Recensione

A Plague Tale: Innocence | Recensione

A Plague Tale: Innocence offre un’esperienza di gioco molto tesa, a volte anche stressante, ma nel suo insieme l’ho trovato comunque molto interessante. Riguarda la storia di due fratelli costretti a fuggire in circostanze assolutamente terribili. Giocheremo nei panni della sorella maggiore Amicia e il nostro obbiettivo sarà quello di proteggere il fratello Hugo. Raramente affronteremo i nemici faccia a faccia e tra sciami di topi malati e persone che vogliono ucciderci, saremo costretti ad agire costantemente di nascosto. Il gioco si trasforma in una vera e propria sfida per la sopravvivenza, ben strutturato e anche molto divertente.

a plague tale innocence

Breve Trama

Amicia è una ragazza che vive con la propria famiglia in una lussuosa proprietà situata in un’immaginaria Francia medievale. E’ molto più affezionata al padre che alla madre, visto che quest’ultima è costretta a passare la maggior parte del tempo con Hugo, affetto purtroppo da una misteriosa malattia. Nonostante questo, la famiglia vive comunque una vita apparentemente tranquilla, fino a quando i soldati dell’Inquisizione assediano la loro tenuta. Gli inquisitori sono alla ricerca di Hugo per non si sa quale motivo, cosi i fratelli finiscono nel rimanere soli, costretti a fuggire per cercare di sopravvivere.

a plague tale innocence

Il mondo esterno è in preda al caos più totale e la pestilenza ha distrutto completamente il paese. Mentre i pochi fortunati non affetti dalla malattia, sono comunque diventati pazzi per la paranoia. All’inizio, quando Amicia e Hugo si dirigono verso il villaggio in cerca di aiuto, vedremo subito come tutti cercheranno immediatamente di ucciderli. Mentre di notte, ancora più inquietante, escono dei veri e propri sciami di ratti assassini. È una terrificante corsa verso la salvezza, dove il mondo sembra quasi del tutto ostile alla nostra presenza. Mentre giocheremo, oltre a fuggire dovremo cercare di scoprire anche perché gli inquisitori stanno cercando a tutti i costi il fratellino minore di Amicia.

a plague tale innocence

Gameplay

A Plague Tale è considerato un vero e proprio gioco stealth. Bisogna muoversi furtivamente e all’occorrenza depistare i nemici, lanciando vari oggetti nella direzione desiderata. I ratti invece sono impauriti dalle fonti luminose e quindi saremo costretti a usare il fuoco per farci strada attraverso gli sciami. Potremo anche seguire furtivamente un soldato che cammina con la sua torcia, cosi da oltrepassare i ratti e raggiungere incolumi il nostro obbiettivo. Certi momenti del gioco sembrano non finire mai, ma poi tutto può cambiare drasticamente, costringendoci a fuggire nel panico più totale.

a plague tale innocence

Inizialmente Amicia esita a uccidere e quando lo farà per la prima volta, sarà un vero e proprio trauma per lei. Un trauma che la spingerà perfino a pregare in una chiesa per redimersi. Dopo questo però ucciderà ancora e imparerà ben presto a convivere con il pensiero. L’arma principale di Amicia è una specie di fionda lancia sassi e nel corso del gioco sbloccheremo altri strumenti utili che ci permetteranno di uccidere in altri modi, come richiamare un gruppo di ratti e indirizzarli verso i nemici. Ci troveremo spesso in ambienti circondati dai cadaveri e saremo costretti a sgattaiolare attraverso immense pozze di sangue senza farci scoprire. Nel corso del gioco, i fratelli si tengono quasi sempre per mano e i pochi momenti in cui perderemo le traccie di Hugo saranno tra i più stressanti in assoluto. I filmati del gioco sono decisamente coinvolgenti e i momenti più divertenti sono quelli dove Amicia e Hugo si organizzano con strategia per attraversare inosservati i punti più critici.

a_plague_tale_innocence

Qualche difetto?

Il gioco offre un gameplay di 17 capitoli e riesce a mantenere quel perfetto equilibrio tra strategia e furtività. Fondamentalmente offre una storia tanto oscura quanto misteriosa e il disagio è talmente forte che spinge a proseguire per vedere come andrà a finire.
L’unica cosa che può risultare frustrante, se proprio bisogna essere pignoli è il numero di volte che bisogna morire per capire come oltrepassare certi punti del gioco. Mentre gli inquisitori in alcuni casi, non dimostrano di avere una IA poi cosi intelligente. Questo però non influisce più di tanto sul giudizio finale del gioco e nel suo insieme risulta perfettamente lineare e ben strutturato.

a plague tale innocence

per Concludere

A parte le macabre e spettacolari ambientazioni infettate dalla peste e dai ratti assassini, A Plague Tale: Innocence offre un’avventura emotiva estremamente coinvolgente. Il titolo del gioco non fa altro che evidenziare la perdita dell’innocenza che i giovani protagonisti saranno costretti ad abbandonare per sopravvivere. Giocare in questo mondo oscuro, trasmette un senso di pericolo che non svanisce mai e non da un attimo di tregua. Ma è proprio il vedere come questi bambini cercano disperatamente di sopravvivere a renderlo un gioco cosi interessante.

Acquista A Plague Tale: Innocence su Amazon

a plague tale innocence amicia hugo

A PLAGUE TALE: INNOCENCE | VOTO
8

Valutazione Finale

A parte le macabre e spettacolari ambientazioni infettate dalla peste e dai ratti assassini, A Plague Tale: Innocence offre un’avventura emotiva estremamente coinvolgente. Il titolo del gioco non fa altro che evidenziare la perdita dell’innocenza che i giovani protagonisti saranno costretti ad abbandonare per sopravvivere. Giocare in questo mondo oscuro, trasmette un senso di pericolo che non svanisce mai e non da un attimo di tregua. Ma è proprio il vedere come questi bambini cercano disperatamente di sopravvivere a rendere il gioco cosi interessante.

Admin ADGamer.it

Amministratore del Sito

Commenta

Scrivi il tuo Commento

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Twitch

Segui ADGamer.it